Calice Divino

La degustazione del vino è una filosofia, per questo motivo ogni tipo di vino vuole il suo bicchiere.

Il bicchiere deve valorizzare le caratteristiche organolettiche del vino.

Per una corretta valutazione del colore e di tutte le sfumature è fondamentale l’uso in calici di cristallo o vetro trasparente, sottile, asciutto e pulito.
La forma permette lo sprigionarsi dei profumi, un calice che si restringe verso l’alto, permette una migliore concentrazione degli aromi, forma panciuta, facilita la roteazione del bicchiere per ossigenare il vino e di al meglio il bouquet nei vini rossi.
Il calice va preso dalla base, è importante non toccare la coppa per evitare si scaldare il vino contenuto.

VINI BIANCHI GIOVANIVINI BIANCHI GIOVANI bicchiere dal volume ridotto per non disperderne il bouquet. Il bordo svasato per favorire la percezione dei profumi fruttati.

  .

VINI BIANCHI DAL PROFUMO INTENSOVINI BIANCHI DAL PROFUMO INTENSO vanno serviti in bicchieri a tulipano la cui forma esalta gli aromi complessi caratteristici di questi tipi di vino.

.

VINI ROSATI GIOVANIVINI ROSATI GIOVANI caratteristica di questo bicchiere è il corpo largo che consente un’adeguata ossigenazione del vino e quindi un corretto sviluppo degli aromi.

.

VINI ROSATI MATURI E CORPOSIVINI ROSATI MATURI E CORPOSI Per questo calice valgono le stesse considerazioni fatte per i vini bianchi corposi e maturi.

.

VINI ROSSI GIOVANIVINI ROSSI GIOVANI questo bicchiere è essenzialmente uguale a quello utilizzato per i vini bianchi corposi e maturi.

.

VINI ROSSI CORPOSI E MATURIVINI ROSSI CORPOSI E MATURI vanno serviti nei Ballon bicchieri larghi e panciuti, la cui forma permetta una buona ossigenazione del vino con esaltazione le bouquet e degli aromi complessi.

.

VINI SPUMANTI METODO CLASSICOVINI SPUMANTI METODO CLASSICO vanno serviti in bicchieri dal corpo stretto e lungo chiamato flûte,in maniera tale da favorire lo sviluppo del perlage.

.

VINI SPUMANTI METODO CLASSICOVINI SPUMANTI METODO CLASSICO O MILLESIMATI VENGONO SERVITI IN UN flûte con la pancia più larga e con apertura stretta,; la forma di questo bicchiere favorisce l’ossigenazione del vino lo sviluppo degli aromi complessi e terziari degli spumanti, senza compromettere lo sviluppo del perlage.

.

VINI SPUMANTI SECCHIVINI SPUMANTI SECCHI METODO CHARMANT O PROSECCHI sono caratterizzati da un perlage meno raffinato e con bollicine più grandi; vanno serviti in bicchieri stretti e lunghi ma più bassi del fluite chiamati mezzi flûtes.

.

VINI SPUMANTI DOLCIVINI SPUMANTI DOLCI sono caratterizzati da un’accentuata carica aromatica e per questo motivo vanno serviti in calici con aperture molto larghe. Questi spumanti, non possiedono particolari qualità di raffinatezza nel perlage.